Vice presidente

Carla TomasiCarla Tomasi
Romana, sposata, 2 figlie, è il Presidente della Finco – Federazione Industrie Prodotti Impianti Servizi ed Opere Specialistiche per le Costruzioni.  Restauratrice di beni culturali, opera con l’omonima impresa Carla Tomasi srl, con sede in Roma ed attiva su tutto il territorio nazionale.  Diplomata presso l’Istituto Centrale del Restauro nel 1981 con la tesi “Il problema conservativo dell’abside di Santa Maria Antiqua sul Palatino” e un’appendice con uno studio comparativo sul blu egiziano presente nel complesso consultabile presso la biblioteca Hertziana di Roma. Specializzata in Conservazione dei materiali lapidei nel 1982 presso l’Istituto Centrale del Restauro di Roma. Tra gli interventi più significativi condotti su monumenti antichi, edifici tutelati, siti archeologici e opere mobili si possono annoverare: l’Arco di Costantino, la Fontana della Barcaccia, l’Arena di Verona, le facciate della Chiesa di San Geremia a Venezia, di S.Maria del Popolo e di S.Gregorio al Celio a Roma, delle chiese di Santa Giusta e San Silvestro all’Aquila, la Cappella Palatina di Palazzo dei Normanni a Palermo, interventi sui siti archeologici di Pompei, l’antica città di Velia, di Nora in Sardegna, di S.Vincenzo al Volturno in Molise, i dipinti murali della chiesa di Santa Maria Antiqua, il Monastero di Santa Scolastica a Subiaco, la Domus Aurea a Roma, case romane di Ostia Antica, la Cappella della Sacra Sindone a Torino, etc….
E’ stata anche Presidente dell’Associazione Restauratori d’Italia A.R.I. ed in tale veste ha, tra l’altro, redatto la tariffa professionale per gli oneri di progettazione in restauro e beni culturali; ha curato l’aggiornamento dei prezzari sugli interventi di restauro dei beni culturali;  più recentemente ha condotto gli interventi di somma urgenza realizzati sui beni culturali colpiti dal sisma del 6 aprile del 2009 in Abruzzo dai volontari dell’Associazione in condizione di emergenza; ha elaborato e concordato in sede di tavolo tecnico con il Comune di Roma l’individuazione delle modalità di gara, della scelta del contraente ed dei requisiti per la partecipazione alle gare sugli interventi di restauro su beni culturali tutelati.