logo

NOTIZIE

13 Giugno 2023

“FINALMENTE SI VALORIZZANO I BISOGNI URBANISTICI DI ROMA CAPITALE”

Sbordoni, Confimi Edilizia, sulla variante a talune norme del piano regolatore

"Operare nel settore delle costruzioni in Italia è, troppo spesso, decisamente complesso, oltre che geneticamente emozionante. In taluni ambienti, ritenuti storicamente rilevanti, lo è ancor di più. Adesso, dopo numerosi anni in cui tutto questo ha contribuito a scoraggiare l'iniziativa imprenditoriale, si inizia a vedere un nuovo modo di interpretare l'architettura urbana. E Roma, in tal senso, sta diventando un esempio virtuoso". Così il vicepresidente di Confimi Edilizia con delega all’Urbanistica - oltre che alla ricostruzione dell’Ucraina - Alessandro Sbordoni (foto), commentando la decisione della giunta di Roma Capitale di approvare l’iter di variante alle Norme Tecniche di Attuazione (NTA) del Piano Regolatore Generale. "A circa 20 mesi dall’insediamento - continua Sbordoni - è stata rispettata, dunque, la volontà fondamentale di dar seguito all’aggiornamento delle NTA, preparato dagli uffici del Dipartimento PAU, in attuazione degli indirizzi definiti dall’assessore all’Urbanistica, Maurizio Veloccia". La necessità di modificare le NTA, approvate nel 2008, era diventata improcrastinabile, per una serie di ragioni. "Per il contesto normativo sovraordinato - prosegue Sbordoni -, per le numerose sentenze dei giudici amministrativi, nonché per un effettivo rilancio del mondo imprenditoriale nel rispetto della tutela del territorio e dei temi ambientali. Le modifiche proposte incidono sulle norme che disciplinano l’uso ordinato del territorio, promuovendo la rigenerazione urbana, come rivitalizzazione del tessuto socio-economico e non solo come intervento edilizio, dando così certezza dei tempi e delle procedure amministrative e favorendo gli investimenti sia dei piccoli operatori che di quelli istituzionali impegnati sul lungo periodo. Confimi Edilizia, che nella capitale, opera significativamente, attraverso maestranze e competenze di grande pregio, considera questo intervento un pilastro su cui costruire al meglio gli importanti percorsi urbani destinati a valorizzare oltremodo i bisogni di una delle città più importanti al mondo".

ULTIME NOTIZIE

14 Giugno 2024

NUOVO INCONTRO A ROMA DEI DELEGATI DELLA CNEDIL

Per Confimi Edilizia, erano presenti Ventricelli e Tomasi

Continua il lavoro della CNEDIL, la nuova Cassa Edile Nazionale, diretta emanazione del CCNL per i dipendenti delle imprese edili artigiane e delle piccole e medie imprese industriali edili e affini, che vede tra i firmatari Confimi Edilizia. Quest'oggi, nella sede romana di Federcepicostruzioni, il presidente Antonio Lombardi ha ospitato il presidente di Confimi Edilizia Sergio Ventricelli, nonché la vice presidente di Confimi Edilizia e presidente di Finco Carla Tomasi, il direttore generale di Confimi Edilizia e di Finco Angelo Artale, il presidente di CEUQ Piero Ditullio, il direttore generale di CEPI Martina Marciano e l'avvocato Vito Tirrito, esperto di diritto del lavoro. Il gruppo ha approfondito numerose tematiche legate alle tante attività intraprese, in particolare sulla formazione, la sicurezza, i rapporti avviati con INAIL e INPS e le richieste di adesione di nuove sigle datoriali interessate a supportare il medesimo percorso. I rappresentanti delle sigle presenti si sono quindi dati appuntamento a una nuova riunione, da remoto, prima della pausa estiva.

27 Maggio 2024

ASSEMBLEA NAZIONALE NELLA SEDE DI CONFIMI TRENTINO ALTO ADIGE

Ventricelli: "occorre una politica industriale europea altamente competitiva"

Confimi Trentino Alto Adige ha ospitato la Giunta nazionale per un momento di accreditamento con i rappresentanti delle aziende e delle istituzioni locali. All'incontro, a cui ha partecipato il presidente di Confimi Edilizia Sergio Ventricelli, è intervenuto tra gli altri Marco Galateo, vicepresidente della Regione e assessore provinciale all’Istruzione, artigianato, industria e commercio. Per Ventricelli "il Trentino Alto Adige è una regione estremamente interessante per la Categoria delle costruzione e del restauro, soprattutto per le tante abitazioni realizzate nel rispetto della bioedilizia e valorizzando importanti processi di innovazione".